Prima vittoria a Sebring per Alpine

featuredmodelfacebook728x90

L’A480 di Alpine Elf Endurance Team, già performante la prima volta che è comparsa sul Sebring International Raceway nel Prologo, ha progressivamente continuato ad accrescere la sua potenza nella settimana di gara.  

Dopo aver stabilito il tempo di riferimento per le Hypercar, il team ha continuato a lavorare nelle tre sessioni di prove libere, prima di intraprendere le qualifiche giovedì sera. Nicolas Lapierre, che conosce perfettamente l’atipica pista di Sebring, si è visto affidare il volante e ha effettuato una magnifica prestazione con 1’47’’407, tempo che gli ha permesso di conquistare la seconda pole position in assoluto di Alpine nel FIA WEC, con oltre un secondo di distacco dagli avversari.

Tuttavia, c’è stato un colpo di scena per l’equipaggio prima della partenza di venerdì a mezzogiorno. Vittima di una leggera intossicazione alimentare, André Negrão ha lasciato a  Matthieu Vaxiviere il compito di iniziare la gara. Il pilota francese ha raccolto la sfida con entusiasmo, mantenendosi in testa con autorevolezza alla prima curva, prima di infilare una serie di migliori giri.

Dovendosi ben presto confrontare con il traffico, Matthieu Vaxiviere e Nicolas Lapierre hanno condiviso i primi stint e consolidato i reciproci sforzi acquisendo un vantaggio di un minuto prima dell’entrata in gara di André Negrão. Uscito dai box in terza posizione per le differenze di autonomia, il pilota brasiliano ha progressivamente guadagnato terreno sugli avversari, finché uno di questi non ha commesso un errore e causato una bandiera rossa.

Dopo un lungo intervento per riparare il muro di pneumatici e tre giri dietro alla safety car per riordinare i concorrenti, André ha mantenuto il sangue freddo per la ripartenza. Grazie all’eccellenza operativa del team nella gestione dei consumi, l’Alpine n. 36 ha messo a segno il colpo perfetto, non dovendosi fermare cinque secondi per un rifornimento di emergenza prima della ripartenza.  

Tornato in testa, André Negrão ha effettuato due stint, prima del ritorno in pista di Matthieu Vaxiviere, mentre la luce si affievoliva e il cielo si faceva sempre più minaccioso. Il pilota francese ha gestito benissimo il vantaggio del trio con le varie neutralizzazioni, dopo una seconda interruzione dovuta alla tempesta che si è scatenata sul circuito poco più di un’ora prima della fine.  

Mentre la gara stava per riprendere, la nuova procedura di partenza è stata sospesa nell’ultima ora. Una decisione che ha comportato la conclusione definitiva della 1000 Miglia di Sebring, prima del tempo limite di otto ore, e che ha decretato la prima vittoria di Alpine Elf Endurance Team, dal suo ritorno nella categoria top dell’Endurance.

Forte di questo successo e della pole position, Alpine si è anche aggiudicata il massimo dei punti in palio assumendo il comando della classifica generale. Alpine difenderà la sua posizione di leader nel prossimo appuntamento del Campionato del Mondo FIA di Endurance a Spa-Francorchamps (5-7 maggio).

Nicolas Lapierre ha detto: “È fantastico inaugurare la nostra seconda stagione nella categoria top con questa vittoria. Nonostante le condizioni difficili e insidiose, abbiamo effettuato una gara perfetta, soprattutto sul piano strategico, dato che ci siamo fermati per i rifornimenti più spesso dei nostri avversari. Questo successo premia tutto il lavoro del team e spero che non sarà l’unica volta che faremo risuonare l’inno nazionale francese sul podio. Tuttavia, sappiamo quanto Sebring sia atipica, per cui ora dobbiamo aspettare di vedere cosa ci riserverà Spa”.

André Negrão ha aggiunto: “È stata davvero una settimana speciale a Sebring, una settimana che non dimenticherò mai. C’è stata inizialmente la magnifica pole position di Nicolas giovedì, poi la nostra prima vittoria nella categoria Hypercar. Corro con Alpine da cinque anni e so quanti sforzi sono stati fatti, soprattutto dalla nostra prima stagione nella categoria top l’anno scorso. Questo dà un sapore del tutto particolare a questa vittoria ed è motivo di orgoglio condividere questi momenti con il team. Non vedo l’ora di essere a Spa per cercare di confermare questa ottima partenza!”.

Matthieu Vaxiviere ha dichiarato: “Siamo tutti molto felici di questa prima vittoria a Sebring. La partenza è andata bene, siamo riusciti a controllare la Glickenhaus e abbiamo effettuato un ottimo primo stint. Il nostro piano è filato liscio e siamo riusciti ad aumentare la distanza per affrontare serenamente il resto della gara, nonostante i tanti colpi di scena. Tutto ha funzionato a meraviglia e ciò conferma il lavoro effettuato quest’inverno, ma anche dal nostro arrivo a Sebring. Ci tengo a congratularmi con il team per gli sforzi compiuti per ottenere questa meritata vittoria che, spero, ne porterà altre”.

Philippe Sinault, Team Principal di Alpine Elf Endurance Team ha concluso: “Questa prima vittoria è semplicemente fantastica per il nostro team e Alpine. Sebring è un monumento, proprio come Le Mans. Questo circuito è talmente atipico e particolare con un’anima unica. È quindi con grande orgoglio che conseguiamo qui la prima vittoria di Alpine nella categoria top dal 1978. Con modestia, ma efficacia, abbiamo l’impressione di entrare nella leggenda di Alpine e del motorsport francese. Eravamo consapevoli che questo contesto avrebbe potuto giocare a favore della nostra auto per la sua agilità, la capacità di assorbire le asperità del terreno e l’efficienza del carico aerodinamico su questo tipo di pista. Ci eravamo ben preparati a questo appuntamento, nonostante le sfide molto diverse rispetto alle gare europee. I piloti non hanno mai smesso di trovare l’hypercar piacevole da guidare e si sono divertiti molto al volante. Mi congratulo anche con tutto il team per l’eccellenza operativa. Anche in questo finale molto particolare, sono riusciti a mantenere la calma e la serenità, nonostante l’allarme dello starter e i problemi con la radio. Anche se questa vittoria è solo un primo passo, oggi respiriamo l’aria del successo!”.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*