Inizio stagione 2022 con vittoria

featuredmodelfacebook728x90

Dodici mesi dopo il trionfale ritorno al Rally di Montecarlo per il cinquantesimo anniversario della vittoria di Ove Andersson, Alpine è tornata in questo monumento del motorsport. Famoso per le condizioni mutevoli, a volte presenti anche in una stessa prova speciale, il Rally di Montecarlo ha visto nascere la leggenda di Alpine, in particolare con la storica tripletta delle Alpine A110 1800 che hanno inaugurato il suo track record nel Campionato del Mondo FIA di Rally nel 1973.

Per lanciare la cinquantesima stagione del Mondiale e una nuova stagione della Coppa FIA R-GT, gli organizzatori hanno riservato ai concorrenti un percorso ampiamente rivisitato e privo di assistenza a metà giornata.

Nonostante le nuove sfide, le Alpine A110 Rally si sono dimostrate a loro agio fin dall’inizio, occupando i primi quattro posti della Coppa FIA R-GT già dai primi settori cronometrati di giovedì. Manu Guigou, che è arrivato secondo nella Coppa FIA R-GT nel 2021, si è dimostrato il più veloce nella prova speciale 1, prima che la risposta di Raphaël Astier gli permettesse di tornare a 7’’0, dopo aver superato il Col de Turini.

Raphaël Astier è passato all’offensiva prendendo il comando nella prima delle sei prove speciali in programma. Il pilota francese, vincitore scratch del Rally di Antibes con l’Alpine A110 Rally ad ottobre, ha monopolizzato gli scratch nella sua categoria addirittura superando per ben due volte tutte le Rally2 a trazione integrale.

Dopo aver aspettato a lungo il suo momento dietro al duo di testa, François Delecour è stato relegato a sei minuti, in seguito ad una foratura nell’ultima prova del giorno. La replica del vicecampione del mondo di Rally 1993 è giunta il giorno dopo, con tre migliori tempi in condizioni difficili. Raphaël Astier, tuttavia, ha rincarato la dose a fine giornata, dimostrando di essere il più bravo nel tratto innevato di cinque chilometri su entrambi i versanti del Col de Fontbelle.

Domenica, con un margine di 1’36’’7 prima di affrontare la tappa decisiva, Raphaël Astier ha gestito il suo vantaggio aggiungendo tre altri scratch al bottino. Il pilota di Chazel Technologie Course ha così sancito la sua vittoria, la settima consecutiva di Alpine dagli esordi nella Coppa FIA R- GT, nonché un ottimo quindicesimo posto in tutte le categorie.

Manu Guigou e François Delecour hanno completato un podio al 100% Alpine davanti a Christophe Casanova, anche lui alla guida di un modello della Marca fondata da Jean Rédélé. Il canadese Ian Crerar, alla sua prima partenza con l’auto progettata da Signatech, ha portato a cinque il numero delle A110 giunte tra le prime sette della classifica finale.

Grazie a queste performance, che ancora una volta hanno associato successo e affidabilità, dato che tutti e cinque gli equipaggi qualificati per la partenza hanno tagliato il traguardo, Alpine si posiziona ai primi posti della Coppa FIA R-GT, prima del prossimo appuntamento del calendario con il Rally delle Isole Canarie (14-15 maggio).

Raphaël Astier ha dichiarato: “È stata proprio una bella edizione del Rally di Montecarlo. È stata la mia quarta partenza in questa gara e, ancora una volta, siamo arrivati al traguardo, ma stavolta vincendo la categoria FIA R-GT, avendo la meglio nelle due ruote motrici e concludendo quindicesimi in assoluto. Avevamo partecipato per la prima volta in questo rally con l’Alpine A110 Rally l’anno scorso, ma non avevamo potuto batterci per la vittoria perché avevamo forato. Quest’anno, ci siamo riusciti, con buoni tempi al nostro attivo con il team Chazel Technologie Course. Ancora una volta, mi sono divertito molto al volante dell’Alpine e ora non ci resta che lavorare sodo per essere presenti ad altre gare in questa stagione!”.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*