Romain Di-Fante vince per un soffio

featuredmodelfacebook728x90

Tra le forze presenti all’ultima manche del Clio Ice Trophy e della Crèdit Andorrà GSeries, tutti gli occhi erano puntati sui tre protagonisti che si contendevano il titolo: Romain Di-Fante (Naudon Rallye Services), Pierre Paul Baltolu (Andorra Location) e Mathieu Lannepoudenx (Brunet Competition). Con due successi nelle prime tre tappe della stagione, Romain Di-Fante ha affrontato questo appuntamento decisivo con un vantaggio di otto punti su Pierre Paul Baltolu e di undici punti su Mathieu Lannepoudenx.

Già il più veloce nelle prove libere, Romain Di-Fante ha confermato le sue qualità sul percorso tecnico di 689 metri, dimostrandosi il più veloce anche nelle qualifiche, sia sul giro che sul totale dei migliori cinque tempi utili per determinare la classifica intermedia. Questa performance contro i suoi avversari gli ha permesso di relegare Pierre Paul Baltolu a dieci punti di distanza e Mathieu Lannepoudenx a quindici, ma era tutto ancora da giocare, con venticinque punti in palio in ognuna delle due finali disputate a 2.400 metri di altezza.

Secondo nelle qualifiche, Pierre Paul Baltolu ha affrontato la Finale B partendo in pole position. Il pilota originario della Corsica ha fatto una partenza perfetta, distanziando immediatamente Benoît Verlinde (Q-Grafix Racing), prima di aumentare il divario con il passare dei giri e vincere con circa dieci secondi di distacco. I due piloti sono stati accompagnati sul podio da Markel De Zabaleta (Driveland), che aveva guadagnato con Arthur Bourion (Brunet Compétition) un vantaggio su Éric Sauteur (Andorra Location) in fase di partenza. Quest’ultimo ha, comunque, recuperato il quarto posto davanti a Koen Verlinde (Q-Grafix Racing), dopo l’uscita di gara di Arthur Bourion per un errore al quarto giro.

Con la vittoria di Pierre Paul Baltolu, Romain Di-Fante era obbligato a piazzarsi tra i primi due della sua finale per vincere il titolo. Nonostante la pole position, il pilota nizzardo si è fatto sorprendere da Mathieu Lannepoudenx, quando si è spento il semaforo. Tuttavia, il nuovo leader si è dovuto ben presto confrontare con il ritorno dell’avversario. Tornato a meno di un secondo di distanza, il vincitore del Clio Trophy Francia su Asfalto ha posto l’avversario sotto pressione, prima di conquistare il secondo posto che gli è valso il titolo. Il podio è stato completato dal nuovo arrivato al Clio Ice Trophy, Jérémy Prat (Andorra Location), che ha concluso la gara a due secondi dal duo di testa. Il pilota francese ha superato, pertanto, Alisson Viano (Q-Grafix Racing) e Bernard Bathedou (Andorra Location) che avevano entrambi ripreso le posizioni di partenza, dopo il testacoda di Guillermo Millan (Driveland) a fine gara.

Romain Di-Fante, arrivato secondo, è così diventato il primo pilota della storia vincitore del Clio Ice Trophy con tre punti in più rispetto a Pierre Paul Baltolu e otto rispetto a Mathieu Lannepoudenx. Il pilota nizzardo ha fatto la doppietta, vincendo anche il titolo della Crèdit Andorrà GSeries a due ruote motrici, dando idealmente il via a una stagione che lo vedrà gareggiare con Clio Rally4 nel programma ufficiale del Campionato francese di Rally, grazie al titolo che si è aggiudicato nel Clio Trophy Francia su Asfalto. Quinta nella classifica generale finale, Pauline Dalmasso, prima tra le donne, vince un contratto per partecipare a uno dei trofei dedicati a Clio Rally5 nel 2022.

Dopo questa prima stagione ricca di suspense che ha visto competere ben venticinque concorrenti provenienti da tutte le discipline del motorsport, il Clio Ice Trophy si sta già preparando per altre spettacolari gare sul ghiaccio nel 2023!

“Che bello iniziare il 2022 nello stesso modo in cui abbiamo concluso il 2021! Spero che questo titolo conquistato in una nuova disciplina e su una nuova superficie ce ne farà vincere altri con questa Clio performante su tutti i tipi di terreni. Abbiamo registrato tempi più veloci persino delle buggy a quattro ruote motrici sulla pista di questo weekend. Questa quarta configurazione del Circuito del  Pas de la Case era molto diversa dalle altre, con più drifting ad alta velocità, ma mi sono trovato subito a mio agio. Ero sul pezzo fin dalle prove, che sono riuscito a confermare nelle qualifiche. Sapevamo che la partenza da fermo con le nostre trazioni su ghiaccio sarebbe stata di fondamentale importanza, ma la partenza di Mathieu è stata migliore. Avevamo, tuttavia, fatto i calcoli necessari e sapevo che mi sarebbe bastato stare dietro di lui per conquistare il titolo. Bisognava dimostrarsi intelligenti e ci siamo riusciti, nonostante i suoi trucchi per favorire i nostri inseguitori. Congratulazioni anche a Pierre Paul per la meritatissima vittoria in questa manche. Ora possiamo concentrarci sul rally e preparare la stagione che ci aspetta con Clio Rally4!”  – ha dichiarato Romain Di-Fante.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*