Roma Travel Show 2022

featuredmodelfacebook728x90

Meno conosciuto non vuol dire di minor valore artistico culturale. L’Italia è davvero un Paese pieno di sorprese e luoghi da scoprire, con destinazioni meritevoli di una tappa di più giorni anche se non presenti negli itinerari più famosi.

C’è voglia di ripartire e tornare a viaggiare e per scoprire un ampio ventaglio delle migliori mete estere e nazionali a Roma, a Palazzo dei Congressi dal 6 all’8 maggio c’è RTS – Roma Travel Show 2022, con ingresso gratuito e aperto al pubblico e operatori del settore: il Salone del Turismo della Capitale è un punto di incontro tra utente finale e tutti gli attori del Turismo Organizzato, dalle Associazioni di Categoria ai Tour Operator, un’opportunità di rilancio per la filiera organizzata del mondo dei viaggi, basata su criteri di garanzia, sicurezza e assistenza.

Novità dell’edizione 2022 è lo Speciale Italia, un Paese da esplorare in tutta la sua bellezza e tutta la sua lunghezza, tra 282 siti archeologici, 7.914 km di costa, 1.200 vette alpine, 536 monumenti, 4.158 musei per un totale di 4.976 luoghi da vistare, vivere e gustare. Roma Travel Show contribuisce a questa (ri)scoperta del Bel Paese promuovendo iniziative ecosostenibili, percorsi enogastronomici, turismo lento, sostenendo e incentivando la partecipazione degli operatori di questi speciali settori.

C’è una Toscana ancora da scoprire, autentica e segreta, un territorio che arriva al mare attraverso colline, boschi, oliveti, vigneti, antichi borghi, ville grandiose. È attraversata dal fiume Arno che compie in queste terre l’ultimo suo tratto d’esistenza prima di sfociare in mare, avendo lasciato vita, economia, fertilità. La provincia Pisa è ricca di storia, arte, architettura, artigianato, spettacoli naturali, enogastronomia, tutte peculiarità di un territorio che si apre al mondo sotto il simbolo che più lo rappresenta, la Torre di Pisa. A Roma Travel Show 2022 il marchio Terre di Pisa, una rete organizzativa fra tutti gli attori che di questo spettacolo fanno parte (istituzioni, associazioni di categoria, enti di promozione turistica ma anche produttori, artigiani, imprese), presenta un intreccio di sentieri che attraversano parchi naturali e di scoperte, dalle oasi come quella del lago di Santa Luce fino alla sorprendente atmosfera delle fumarole di Sasso Pisano. Per i biker ci sono le proposte di piste ciclabili lungo il greto dell’Arnoo sugli impervi e ripidi calanchi nei dintorni di Volterra, un fenomeno franoso di forte impatto che si trova al centro di un’area ricca di fonti geotermiche che danno vita all’affascinante fenomeno naturale dei soffioni boraciferi (da Volterra fino a Lardarello). Bellissima la Val di Cecina che si apre fra colline di terra ed erba che degradano verso la costa, le pinete, il mare, ridisegnando così il più classico territorio della campagna toscana: vigneti geometrici, oliveti, boschi spontanei, pascoli, muretti a secco, piccoli borghi, pievi romaniche, in una misura di bellezza universalmente amata.
Nel Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli si condensa un’autentica libera voliera fra acqua, terra e cielo. I pesci d’acqua dolce, alcuni rari, segnano una sorta di ideale confine con i cugini di acqua salata. Non è raro incontrare i cinghiali o veder correre i daini. La flora è una distesa di pini marittimi che arrivano fino al mare ma non mancano il pioppo, l’ontano, il frassino, e proprio a condividere la vita con la sabbia e le dune le profumatissime vegetazioni della macchia. Poco oltre, Marina di Pisa è punto di riferimento per i velisti più appassionati. Ai limiti del Parco scorre un tratto dell’antica via Francigena che i pellegrini medievali percorrevano per raggiungere Roma verso la Terrasanta e che oggi è stata in gran parte ridisegnata per chi camminando ritrova la serenità dello spirito. Riserve Naturali in cui riscoprire il suono del silenzio sonola “Foresta di Berignone”, la “Foresta di Monterufoli-Caselli”e “Montenero”, 7.100 ettari di paradiso protetto in cui immergersi. La natura della provincia offre tante opportunità per apprezzarne la bellezza a piedi, in bicicletta, in kayak o a cavallo.
Terre di Pisa è poi un vero e proprio giacimento enogastronomico, grazie a una sorprendente varietà di territori da scoprire attraverso itinerari specifici e esperienze dedicate ai gourmet. Lungo la Strada del Vino delle Colline Pisane e la Strada dell’Olio dei Monti Pisani accanto alla degustazione dei vini della Doc Terre di Pisa e degli oli, è possibile andare alla scoperta dei sapori genuini di questa terra autentica: formaggio pecorino, pasta artigianale, salumi, miele di spiaggia e di collina, cioccolato, castagne, dolci, birra e liquori artigianali. Un cenno particolare merita il tartufo bianco che ha la sua capitale a San Miniato ma vanta un’area tartufigena che si estende fino a Palaia e Peccioli.

La Romania non è solo la Transilvania come la Transilvania non è solo la leggenda di Dracula: meta di turismo lento e di turismo accessibile (con programmi di viaggio e vacanze per persone con disabilità motorie) il Paese dell’Est Europa è uno scrigno che racchiude al suo interno tesori artistici davvero ammirabili. Come le chiese affrescate anche all’esterno, i monasteri della Bucovina, le chiese lignee che toccano il cielo con le loro guglie ardite in Maramures o quelle sassoni fortificate della Transilvania, rifugio durante gli attacchi di ottomani e tartari. La Transilvania è inoltre ricca di miniere di sale, vere cattedrali sotterranee, grotte e laghi. Per chi ama la natura sono imperdibili le strade di montagna panoramiche e mozzafiato, come il Transfagarasan e la Transalpina, o i percorsi in barca lungo le Gole del Danubio, ma anche nel suo bellissimo Delta, pieno di sorprese e incontri, un viaggio insolito in luoghi insoliti e affascinanti, fuori dal mondo e dal tempo. 

La ricerca di benessere e salute è sempre più centrale nella scelta del viaggio, ancor più in epoca post covid. Si trova in Slovacchia la più grande isola termale, Piešťany, che vanta una lunga storia di cure e relax e deve la sua fama alle sue uniche sorgenti naturali di acqua minerale termale, che sorgono da una profondità di oltre 2.000 metri. Le numerose terme slovacche, più di 1.620 con sorgenti minerali e 26 con centri benessere, forniscono terapie generali di recupero da centinaia di anni: sull’isola termale di Piešťany ci sono 10 sorgenti minerali, ognuna delle quali proviene da rotture nelle placche tettoniche da 60 a 200 metri sotto terra. La temperatura in superficie è molto calda, 67-69 gradi, e viene raffreddata prima dell’uso nelle terme.L’acqua minerale termale è unica per il suo alto contenuto di zolfo e idrogeno solforato che ha un effetto positivo sulla guarigione della mobilità cronica, delle condizioni muscolari scheletriche e infiammatorie, come artrite e reumatismi. Un’isola “togli stampelle” come vuole la leggenda che tramanda che “gli ospiti che arrivavano con le stampelle se ne vanno senza”. Il luogo ideale per chi ha problemi immunologici, cardiovascolari, cutanei e muscoloscheletrici. Ma non solo: l’isola termale slovacca è vincitrice del Medical Tourism Destination Award 2022 per il suo programma di trattamenti post Covid.

Con il patrocinio di ENIT Agenzia Nazionale Turismo, Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma, Unioncamere Lazio, Roma Capitale, Municipio X Roma, Confesercenti, Asso viaggi, Skal International – Roma, Roma Travel Show è un appuntamento atteso da tutta la filiera turistica efficiente e sicura, operatori qualificati che forniscono al viaggiatore risposte professionali, affidabili e sicure. Presenti all’interno di Roma Travel Show anche delle aree riservate al B2B con RTS Business, BMII – Borsa del Matrimonio e l’area Travel Open Village Evolution, realizzato da Travel Quotidiano main media partner della manifestazione. Media partner della seconda edizione di Roma Travel Show anche Radio Vacanze, la web radio di riferimento per tutti coloro interessati al mondo dei viaggi.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*