Le donne con… una marcia in più

featuredmodelfacebook728x90

Si intitola Una marcia in più. Storie italiane di imprenditrici vincenti (Ed. Wise Society-Life Solutions Wisdom; 234 pagine; 29,90 euro) il libro che verrà presentato a Milano il 22 novembre 2022 e che da subito sarà disponibile in libreria e sui canali online Amazon, Hoepli e Mondadori Store.

Un libro completamente dedicato alle donne. Storie di imprenditrici che hanno tratto forza e ispirazione dalla loro creatività, dalle loro capacità, dai loro valori per superare le difficoltà, conciliare vita privata e lavoro e creare qualcosa di importante e innovativo per se stesse, le organizzazioni delle quali sono al timone e la comunità più allargata. Donne forti, determinate, creative, innovative. Imprenditrici dai saldi valori capaci, partendo da zero o quasi, di creare importanti business e aziende, ambasciatrici dell’eccellenza e del Made in Italy nel mondo.

22 storie di donne, dal Nord al Sud del Paese, che si distinguono per quello che sono e che fanno, per il modo in cui affrontano le grandi sfide e le vincono, donne coraggiose che non hanno paura di osare, sfidare i pregiudizi, rompere gli schemi. In una parola innovare. Ritratti che il libro, la cui prefazione è stata curata da Alberto Bombassei, presidente di Brembo, intende raccontare negli aspetti pubblici ma anche e soprattutto in quelli più personali e inediti grazie al racconto delicato, ma allo stesso tempo profondo e mai scontato, di tre prestigiose firme del giornalismo italiano: Manila Alfano, Giorgio Gandola e Stefano Zurlo.

Il libro, che gode del patrocinio del Poli.Design e del Brand Extension Hub, facenti capo al Politecnico di Milano, è nato dall’incontro proprio di due donne, amiche e imprenditrici: Antonella Di Leo, editore ed amministratore delegato di Wise Society, la community di aziende e persone che da oltre dieci anni si dedica ai temi del benessere, dell’innovazione e della sostenibilità, e Nicoletta Poli Poggiaroni, a lungo a capo della sua storica agenzia Marketing Consultants, che ha voluto tenacemente questo progetto, perché, come lei stessa sottolinea «quello che conta non è solo l’idea ma la capacità di crederci fino in fondo,a maggior ragione in un momento di immense difficoltà come questo, dove non era facile trovare tante protagoniste».

Insieme hanno fortemente creduto in questo progetto che ha fra i suoi obiettivi quello di farsi promotore di una nuova cultura dell’inclusione, del rispetto, della meritocrazia e che segue il grande successo del primo volume della “Collana Wise People”, Da 0 a 100. Storie di imprenditori di successo, pubblicato nel 2019, nel quale sono raccontate le vicende di uomini capaci di arrivare in cima al mondo partendo da zero.

“Una marcia in più” – ha spiegato Antonella Di Leo – “è quella della ragazza che cominciò su un camion di terza mano ed ora è alla guida di una delle aziende di logistica più importanti d’Italia. Oppure di quella dell’architetta che partì arredando un salone di parrucchiera e adesso è in cima ai grattacieli di Milano. La stessa marcia in più della giovane modista che partì da un piccolo laboratorio nella Roma della Dolce Vita per diventare la regina della haute couture nei costumi da bagno e affascinare con le sue creazioni le dive di Hollywood. Donne diverse, come tutte le 22 raccontate nel libro, con le loro personalità differenti, talvolta agli antipodi, ma con una caratteristica comune: la capacità di andare oltre l’immaginazione e la fatica, per realizzare l’impresa e raggiungere livelli d’eccellenza per i quali ci vuole veramente una marcia in più. Storie da cui emergono difficoltà, fragilità e colpi di genio di persone che per raggiungere la vetta hanno dovuto lottare, talvolta supportate dalla famiglia e talvolta no. Guerriere con l’armatura di seta, sempre impegnate a dimostrare di essere all’altezza, forti e delicate, sensibili allo stesso tempo, esempio anche per le nuove generazioni in una società sempre più competitiva che troppo spesso insinua nei nostri giovani che escono dalla scuola e dall’università la paura del futuro e del mondo del lavoro, vittime di una realtà rappresentata dalla narrazione mediatica come una giungla”.

Temi quanto mai attuali in un mondo in cui si fatica ancora a colmare il gender gap che troppo spesso frappone quel famoso “soffitto di cristallo” fra donne e uomini, in Italia certamente, ma ancor di più in Paesi dove molti diritti non vengono riconosciuti. “Le donne che si raccontano nel nostro libro” – ha sottolineato Nicoletta Poli Poggiaroni – “sono mogli, madri, donne che combattono contro i pregiudizi. Pioniere e paladine che riescono a trasformare, con le loro intuizioni, mercati e bisogni. Donne che, con passione, si dedicano ai loro progetti, pur mantenendo l’impegno degli affetti e della famiglia in un mondo dove, purtroppo, le donne che lavorano sono ancora viste con pregiudizio”. 

L’evento di presentazione del libro, che prevede un talk show e un cocktail conclusivo, organizzato con la sponsorship di Gruppo Azimut che ha sposato con entusiasmo l’idea alla base di questo progetto, si terrà a Milano il 22 novembre alle ore 18 presso il Palazzo Barozzi della Fondazione Istituto dei Ciechi, luogo storico e molto evocativo del capoluogo lombardo. Una scelta non casuale, che vede nella Fondazione meneghina l’instancabile impegno verso l’inclusione e la piena integrazione scolastica e lavorativa, sociale e culturale dei ciechi, degli ipovedenti e dei pluridisabili visivi. E proprio in questa direzione va la scelta dell’Editore di rendere disponibile il libro anche in versione audiobook.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*