In Russia, altri punti per Fernando Alonso

Alpine F1 Team ha proseguito la serie di piazzamenti in zona punti per la quattordicesima volta consecutiva, con la sesta posizione di Fernando Alonso alla fine di un movimentato Gran Premio di Russia all’Autodromo di Sochi. Il suo compagno di squadra, Esteban Ocon, si è classificato quattordicesimo.Iniziata su pista asciutta, la gara si è conclusa sotto una pioggia scrosciante cominciata pochi giri prima dell’arrivo. I concorrenti hanno dovuto, così, effettuare una scelta amletica: puntare sui pneumatici slick fino al traguardo oppure preferire le gomme intermedie? I piloti di Alpine hanno, infine, optato per le intermedie e Fernando è riuscito a concludere la gara in sesta posizione, guadagnando otto punti preziosi per il Campionato.

Entrambi i piloti hanno fatto una bella partenza. Fernando, con le gomme hard, ha ritardato la frenata alla seconda curva per cercare il quarto posto, mentre Esteban si è portato in ottava posizione con le gomme medium. Fernando si è, successivamente, stabilizzato all’ottavo posto, subito davanti ad Esteban. Il francese è rientrato ai box al quindicesimo giro per passare alle gomme hard nuove per proteggersi dai diretti avversari, mentre Fernando ha prolungato lo stint riuscendo ad occupare la seconda posizione per sette giri.

Dopo il pit stop per passare alle gomme medium al trentaseiesimo giro, Fernando è, in breve tempo, partito all’inseguimento del quintetto di testa superando Max Verstappen alla seconda curva un giro dopo. Con la pioggia sempre più minacciosa, Fernando ha continuato ad impegnarsi riuscendo, per un breve periodo, a conquistare il podio superando Sergio Perez al quarantottesimo giro. Lo spagnolo ed Esteban si sono infine fermati per passare alle gomme intermedie a tre giri dalla fine. Fernando è riuscito a lottare per riprendere il sesto posto, mentre Esteban ha concluso la gara in quattordicesima posizione.

Esteban Ocon: “Oggi non abbiamo fatto una bella gara, ci è mancato il ritmo per tutto il weekend. Ė chiaramente deludente non ottenere punti, soprattutto quando, verso la fine, ti si presenta una tale opportunità con la pista bagnata. In fin dei conti, non abbiamo preso la decisione giusta, era un rischio restare in pista con i pneumatici slick. Ci dobbiamo lasciare questa giornata alle spalle, analizzare ciò che è successo ed andare avanti per tornare ancora più forti nella prossima gara”.

Fernando Alonso: “Ci siamo posizionati sesti, ma penso che il terzo posto rifletta meglio la nostra posizione finale di oggi. Con l’arrivo così tardivo della pioggia, è stata tutta una questione di fortuna verso la fine. Abbiamo dovuto fare testa o croce. Alcune monoposto si sono fermate un giro prima ed io ero terzo quando ha cominciato a piovere sul serio. Era impossibile prevederlo. Ad ogni modo, questo sesto posto è un buon risultato per noi e ce lo meritiamo. Per tutta la gara siamo sembrati competitivi, per cui sono tanti i punti positivi da considerare”.

Marcin Budkowski, Direttore Esecutivo: “Oggi il bilancio è così così. Abbiamo conquistato otto punti, ma abbiamo perso l’occasione di finire la gara sul podio. Avevamo scelto di partire con due strategie diverse. L’obiettivo di Fernando, con le gomme hard, era di fermarsi il più tardi possibile per approfittare di un’eventuale safety car o della pioggia. Il primo stint di entrambi i piloti è stato stabile, con Esteban che è passato prima ai box con le gomme medium. Purtroppo, ha perso aderenza con le gomme hard a fine gara. Fernando ha gestito benissimo le gomme dando prova di un ottimo ritmo fino alle prime gocce di pioggia. A questo punto, tutta la sfida stava nel prevedere se l’acquazzone si sarebbe intensificato o se avrebbe smesso. Era un po’ come giocare alla lotteria. Fernando ha guadagnato alcune posizioni con i pneumatici slick mentre piovigginava, per cui abbiamo deciso di lasciarlo in pista. Se la pioggia si fosse calmata, il secondo posto sarebbe stato alla nostra portata, ma purtroppo è accaduto proprio il contrario e lo abbiamo fatto rientrare ai box con un giro di ritardo. Lo stesso discorso vale anche per Esteban. Era fuori dalla zona punti e dovevamo fare una scommessa: farlo tornare subito ai box per passare alle gomme intermedie oppure lasciarlo in pista con i pneumatici slick. Abbiamo scelto la seconda opzione e non abbiamo avuto successo. Lasciamo Sochi con otto punti mentre i nostri rivali più diretti non ne hanno conquistato nessuno, per cui, nel complesso, abbiamo ottenuto un buon risultato per il Campionato, anche se riteniamo che oggi avremmo potuto fare di meglio“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*