Abarth e Breil ruggiscono insieme

featuredmodelfacebook728x90

Per il decimo anno consecutivo, Abarth e Breil hanno unito le forze presentando il loro ultimo orologio automatico: il Breil Abarth 500e.

Prodotto in soli 999 esemplari, questa esclusiva edizione limitata è un omaggio al primo modello elettrico di Abarth, che mette in risalto la sua rinomata sportività e il suo design.

Con i suoi dettagli finemente curati, l’orologio ispirato all’Abarth 500e celebra le caratteristiche più iconiche dell’auto sportiva full-electric Abarth. Proprio come l’auto, l’orologio fonde sapientemente tecnologia, stile e prestazioni. Con i suoi dettagli accattivanti, il quadrante scheletrato con finitura titan rende omaggio al design dei cerchioni delle ruote dell’Abarth 500e e lascia intravedere il calibro all’interno dell’orologio: un automatico Seiko NH70. L’orologio è inoltre arricchito da dettagli nell’entusiasmante colore “Acid Green”, usati per enfatizzare le lancette dei secondi e gli indici sul rehaut. Inoltre, il taglio dei fari anteriori dell’auto è riconoscibile nella cassa in acciaio IP titan, riprendendo l’aspetto deciso espresso dall’auto, dove si percepisce lo stile sportivo, distintivo, performante e audace solo guardandola. Dotato di un bracciale in acciaio IP titan, il nuovo orologio Breil Abarth 500e non poteva non essere caratterizzato da uno dei tratti più iconici di Abarth: l’inconfondibile “rombo” di Abarth, il quale può essere ascoltato una volta scannerizzato il QR code sulla fibbia; lo stesso suono ottenuto dal Sound Generator, il quale permette al piccolo “pocket rocket” di distinguersi dai veicoli del suo segmento.

Gli amanti del brand dello Scorpione e di Breil possono adesso guidare e indossare prodotti dal design accattivante grazie alla loro collaborazione lunga una decade. I due marchi condividono la passione per il design, la performance e la cura meticolosa dei dettagli. Ancora una volta, Abarth ha “ruggito” e reso la propria comunità orgogliosa.

featuredmodelfacebook728x90

Commenta per primo

Lascia un commento