SOCIETA' POLITICA

STUPISCE IRONIA SU ZERO MORTI 

“Sono sinceramente stupito che si continui a fare dell’ironia sull’obiettivo di ridurre le vittime della strada entro il 2020 ed azzerarle entro il 2050. Un obiettivo europeo, è bene precisarlo ancora, a cui tutti i Paesi dell’Unione dovrebbero attenersi e che il Governo ha fatto giustamente proprio, come scritto nero su bianco nella nota di aggiornamento del Def, e come già da me detto chiaramente durante l’esposizione delle linee programmatiche del mio dicastero in Parlamento” - queste le parole del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

“I numeri della vittime su strada sono agghiaccianti. Il bollettino nel 2017 è peggiorato, parliamo di 95 vittime in più rispetto al 2016, oltre 3.300 in totale. Come si fa, davanti a queste cifre, a fare ironia? Come si fa a non condividere l’impegno di chi è pronto a mettere tutte le risorse e le nuove tecnologie in campo per raggiungere l’obiettivo, ambizioso sì ma sacrosanto, di non dover più piangere parenti o amici morti in incidenti stradali?”.

“Il Governo ad ogni modo” - ha concluso il Ministro - “non si fa influenzare né fermare e va avanti. Come ho già avuto modo di dire, dobbiamo recuperare il gap in cui l’Italia si trova in questo momento. Possiamo farlo investendo, come stiamo facendo, nelle nuove tecnologie - penso ai modelli di smart city in sperimentazione a Torino e Modena - e anche sulla capacità delle buone amministrazioni locali di rendere le proprie strade più sicure. Oltre che su una forte azione culturale e su interventi normativi che riducano al minimo l’uso dei veicoli privati, rendendo più convenienti quelli pubblici o lo sharing”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Stupisce ironia su zero morti
STUPISCE IRONIA SU ZERO MORTI “Sono sinceramente stupito che si c...
Banner
Banner

SPECIALI AZIENDE

Tracce, una nuova alternativa ecologica
TRACCE, UNA NUOVA ALTERNATIVA ECOLOGICA  Tracce rappresenta u...