SOCIETA' POLITICA

MASSIMO D'ALEMA A LECCE 

Occorre fare emergere una prospettiva politica che guardi al Sud come grande leva di una politica di sviluppo. La crescita italiana può assumere un ritmo sostenuto e una nuova qualità solo se impegnata a costruire un nuovo progetto di sviluppo del Mezzogiorno”. Lo ha dichiarato Massimo D’Alema Lecce nel corso del dibattito all’Università del Salento dal titolo: Il Mezzogiorno: cultura, ricerca, sviluppo sostenibile.

“La parola Mezzogiorno è scomparsa dal dibattito politico. Questo è il frutto di una ridotta incidenza del mezzogiorno sulla classe dirigente del Paese. Di fronte a una destra a trazione nordista, a una sinistra in mano a un gruppo di potere che ha la sua base in un certo tipo di centro Italia che non conosce la parola Mezzogiorno, è inevitabile che la politica per questo territorio è stata messa in un angolo”.

Ed ancora: “Hanno preso in giro Grasso perché ha proposto di eliminare le tasse universitarie. Penso che il sistema universitario debba essere finanziato dalla fiscalità generale. L’istruzione dovrebbe essere gratuita, il che non vuol dire solo abolire le tasse, ma dare a tutti coloro che ne hanno diritto la borsa di studio, creare case dello studente, consentire a una famiglia che vuole mandare il figlio a studiare fuori di poterlo fare. È una vergogna, inoltre, che il fondo per le borse di studio sia finanziato con soli 20 milioni, dopo un ulteriore taglio di 10 milioni da parte del Governo, quando l’organizzazione universitaria della Cgil dice che ne occorrebbero 150 per garantire la borsa di studio a tutti. E questa è una scelta politica”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

SPECIALI AZIENDE

Carosino terra del Vino
CAROSINO TERRA DEL VINO Cenni storici Nella ricostruzione del passa...